Relining

Un’operazione di relining di una condotta esistente, cioè la posa di un sistema di “tubo-nel-tubo”, crea a tutti gli effetti una nuova condotta sia in termini strutturali che idraulici. Questo metodo presenta degli indubbi vantaggi: la vecchia condotta viene ripristinata velocemente e facilmente e l’opera così realizzata presente le stesse caratteristiche che avrebbe una nuova condotta posata tradizionalmente in trincea.

Il processo di relining consiste nello spingere, o tirare, il nuovo tubo all'interno di una condotta esistente, andando poi a riempire l'intercapedine tra il nuovo e vecchio tubo con della malta resistente alla pressione ( solitamente una miscela di materiali leganti).  Questo procedimento fissa il nuovo tubo in posizione e lo rende idoneo ad assumere la completa capacità di carico strutturale.
I tubi HOBAS sono particolarmente adatti alle operazioni di relining per il ripristino di vecchie condotte, in quanto sono leggeri, resistenti alla corrosione, di qualità garantita, facili da installare e resistenti alla pressione provocata dalla malta iniettata nell'intercapedine. L’operazione di ripristino risulta pertanto particolarmente vantaggiosa.

HOBAS NC Line - Relining di condotte non circolari

Il relining di una condotta esistente può essere effettuato anche quando questa presenta una sezione non circolare: utilizzando tubi HOBAS in PRFV della serie NC Line, prodotti con la tecnologia del filamento avvolto, è infatti possibile adottare questa tecnica di posa. I nuovi tubi vengono realizzati riproducendo, con dimensioni leggermente ridotte per consentirne l’inserimento, il profilo della vecchia condotta da risanare.

Il procedimento di posa è sostanzialmente il medesimo seguito per i tubi circolari: i tubi vengono spinti, o tirati, all’interno della vecchia condotta e fissati quindi in posizione, se necessario, con l’utilizzo di cunei o zeppe. Una volta inseriti i tubi, l’intercapedine tra vecchia e nuova condotta viene riempita con della malta cementizia. Una volta ripristinati i pozzetti eventualmente presenti lungo la linea, il lavoro sarà terminato, con i medesimi risultati che sarebbero stati ottenuti posando una nuova condotta in trincea, ma con tempi e disagi per la popolazione nettamente inferiori.